QUAL'E' L'ISOLANTE GIUSTO PER LA TUA CASA? N. 5 PDF Stampa E-mail

5.Igroscopicità e 6. Permeabilità al vapore /Traspirabilità e resistenza al passaggio del vapore


L'igroscopicità è la capacità di un materiale di trattenere al proprio interno delle particelle d'acqua con cui può entrare in contatto.

In un appartamento che presenta forte umidità (sia da condensa che di risalita) è opportuno prevedere un isolante interno che abbia una buona igroscopicità, che assorba l'umidità presente in ambiente interno, come silicato di calcio, argilla, calce naturale; se invece l'isolante deve stare a contatto con probabili o frequenti ambienti ricchi d'acqua, per esempio la base (zoccolatura) dei cappotti, è opportuno prevedere un materiale poco igroscopico (come il vetro cellulare o l'xps).

La permeabilità al vapore o traspirabilità, si indica con µ (mu); tanto più basso è il suo valore, tanto più alta è la traspirabilità, quindi valore basso indica una migliore traspirabilità del materiale.

La resistenza al passaggio del vapore è la resistenza di un materiale a farsi attraversare dal vapore, dipende dal µ, ma anche dallo spessore del materiale stesso. Questo valore Sd si calcola moltiplicando µ x mt di spessore.

In una parete, i materiali che la compongono dovrebbero avere una resistenza alpassaggio di vapore, maggiore all'interno e minore man mano che si va all'esterno, in modo da permettere al vapore di uscire fuori lentamente, ma in maniera costante.

Questi  parametri (affiancati ad un ricambio d'aria costante) sono molto importanti per limitare l'umidità in casa e i conseguenti danni da muffe.

Facciamo un esempio su alcuni materiali:

cellulosa: µ 1 

eps: µ 45 

silicato di calcio: µ 6 

lana di pecora: µ 2 

lana vetro/roccia: µ 3 

cartongesso: µ 8

laterizio: µ 9

 

Dati i valori di µ, in un'ottica di progettazione di parete dovrò calcolare lo spessore dei singoli materiali in modo che lo Sd dei singoli strati diminuisca passando dall'interno all'esterno. Raramente questa regola viene seguita. Per esempio se si fa una cotroparete interna, il cartongesso (spessore 1,2 cm) avrà un Sd più basso del mattone, che come spessore minimo è di 4 cm.

Anche se questa regola non viene rispettata, è fondamentale, in una ristrutturazione, usare materiali traspiranti e in caso di forte umidità interna, molto igroscopici per le pareti interne (intonaci alla calce, all'argilla, pitture traspiranti e a base calce).

Per riassumere, la traspirabilità è un MUST degli isolamenti (in generale), quindi cercate sempre di acquistare materiali traspiranti (anche le pitture), perchè favoriscono la dispersione del vapore e quindi evitano la formazione di condensa e muffe; l'igroscopicità è da ricercare qualora si eseguano dei cappottini interni, per eccessiva umidità in ambiente, o anche per umidità di risalita, ma da evitare per ambienti dove l'acqua è abbondante e frequente.