QUAL'E' L'ISOLANTE GIUSTO PER LA TUA CASA? N.1 PDF Stampa E-mail

Non esiste un isolante unico per tutte le situazioni, ma occorre verificare vari fattori.

Nelle ristrutturazioni, per poter usufruire delle detrazioni fiscali del 65%, la parete deve raggiungere un valore di trasmittanza termica definito dalle norme e che varia da zona a zona. partiamo da qui.

Trasmittanza termica U,

misurata in W/mqK, è, per semplificare, la capacità di un corpo (la parete) di trasmettere calore, in 1 mq di superificie, con una differenza di temperatura tra l'esterno e l'interno di 1°K, nell'unità di tempo. Quindi + bassa è meglio è. Di seguito i valori di U da raggiungere per poter usufruire delle detrazioni fiscali nella riqualificazione energetica delle strutture verticali opache (..i muri).

Le zone climatiche sono 6, in base al clima medio del Comune:

La A è la zona più calda (al sud), la F la zona più fredda (al nord). Dalla tabella si vede come nella zona più fredda le pareti devono raggiungere una trasmittanza più bassa.

Il valore di U si riduce con l'aumentare dello spessore della parete/isolante e con l'aumentare del potere isolante dell'isolante stesso.

Conducibilità termica

Il potere isolante di un materiale è definito dalla conducibilità termica λ (lambda), misurata in W/mk, e come per la trasmittanza, più è basso, meglio è.

Un materiale si può definire termoisolante se la conducibilità termica è inferiore a 0,10 W/mK.

Giusto per fare degli esempi di conducibilità λ:

i metalli, che sono ottimi conduttori, quindi poco isolanti, hanno un λ variabile tra 17 W/mk (acciaio inox) a 460 W/mk (argento), mentre panneli ultrasottili in aerogel, hanno un λ di 0,013 W/mk. In mezzo abbiamo la fibra di legno, sughero, lana di pecora, lana di roccia, vetro, silicati di calcio, polistirolo, polieuretano, ecc....con un λ variabile tra 0,023 e 0,04 circa.

Ricapitolando quindi, il primo parametro da verificare è il raggiungimento della corretta trasmittanza termica, che a sua volta dipende da come è composta la parete e dall'isolante che andrò a mettere.

Verificato questo passaggio, devo tener conto anche delle altre caratteristiche dei materiali isolanti, che si differiscono per:

1.reazione al fuoco

2.stabilità

3.resistenza meccanica

4.isolamento acustico

5.igroscopicità

6.traspirabilità-resistenza alla diffusione del vapore acqueo

7.isolamento dal caldo, oltre che dal freddo (densità e calore specifico)

8.origine (minerale, animale, vegetale, sintetica)

9.impatto ambientale e sulla salute

 

Parleremo in seguito di tutto questo.

QUI IL VIDEO CON IMMAGINI